Il trend delle catene

Il Punto! Merceria Cerimonie e feste, La bigiotteria 0 Comments

Il trend delle catene: la catena ritorna protagonista delle passerelle e le proposte sono molteplici: catene indossate come collane, come tracolle, usate come bordi preziosi dall’intenso allure rock.
Mademoiselle Chanel, con la sua innata maestria, fu la prima a sperimentare la catena come tracolla di una borsa nel 1955. Con l’uso di una catena dorata finissima, ispirata a quella dei portachiavi dell’orfanotrofio in cui era cresciuta, intendeva liberare le mani della donna e renderla indipendente nei movimenti. Fu una delle più roboanti rivoluzioni del costume mondiale.

E così nacque la 2.55 bag .

©Ashley Cooper

Chanel Classic Flap bag. © foto Ashley Cooper.

 Da Chanel al Punk Rock , la catena resta un simbolo, un feticcio intramontabile. Negli anni Ottanta i gruppi metallari l’agganciavano al collo e ai pantaloni e suonavano inni di protesta contro la convenzione e l’ordinario. Oggi la catena si sveste delle sue connotazioni sociali e resta un bellissimo ornamento apprezzato in modo trasversale da tutte le donne. Noi Allegre Merciaie siamo delle vere “ chain addicted” ! Ci piace reinterpretare vecchi capi con catene applicate come bordi che abbinate a bottoni con perle e strass virano verso uno stile classico bon ton.

Se invece  le uniremo  ad applicazioni borchiate brunite o bronzate, trasformeremo il nostro vecchio capo in un autentico outfit rock’n’roll.  La catena nelle sue varie forme si presta anche a diventare un vero bijoux! Divertitevi a intrecciare nelle sue maglie nastri colorati di lycra o di velluto, inventatevi uno stile , declinate le nuance, i materiali e le forme  seguendo la vostra fantasia. Guardate le nostre foto qui sotto per trovare ispirazione! A prestissimo un articolo che vi mostrerà quanto è facile, e poco costoso, crearvi un assortimento di collane e braccialetti di catene di ogni colore. Ottima idea anche per regali a poco prezzo e di grande effetto.

[banner_rotator catene]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *